Giugno 2020

Radio, crac della raccolta pubblicitaria di aprile, -77,8%; primo quadrimestre -28,5%. FCP-Assoradio: a maggio segnali di miglioramento
Gli investimenti pubblicitari radiofonici del mese di aprile, rilevati nell’ambito dell’Osservatorio Fcp Assoradio coordinato dalla società Reply, hanno registrato un – 77,8%. Il 1° quadrimestre 2020 si è chiuso pertanto con un – 28,5%.Gli andamenti di aprile, spiega Fcp, sono stati profondamente influenzati dalla fase di Lockdown che ha caratterizzato l’intero mese, con le relative limitazioni alla circolazione delle persone ed alle attività economiche e commerciali. Tale contesto ha sicuramente condizionato in negativo la gran parte dei comparti merceologici, con particolare conseguenze sul comparto “retail”, ambito di primaria importanza per gli investimenti pubblicitari radiofonici. Alla data odierna, ed in attesa dei dati ufficiali,  prosegue Fcp, possiamo anticipare che nel mese di maggio abbiamo registrato i primi segnali di miglioramento del trend dei fatturati e nel mese di giugno un progressivo ritorno alla normalità. Il dato di ripresa delle attività di comunicazione a giugno di tutti i settori che in precedenza si...
continue reading
Il mercato pubblicitario in aprile crolla su tutti i mezzi, -44,2%. Nielsen: è il confine tra lockdown e ripartenza
Continuano anche ad aprile le ripercussioni negative del lockdown sul mercato degli investimenti pubblicitari in Italia. Il mese di aprile si chiude con una pesante contrazione del -44,2%, che porta la raccolta nel primo quadrimestre a -18,5%. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti “Over The Top” (OTT), l’andamento nel periodo gennaio – aprile si attesta a -22,5%. La contrazione, sia per il singolo mese che per il periodo cumulato gennaio - aprile, riguarda tutti i mezzi e generalmente tutti i settori. Relativamente ai singoli mezzi, la TV è calata ad aprile del -45,5%, chiudendo il quadrimestre a -19,2%. I quotidiani e i periodici nel singolo mese perdono rispettivamente il -40,3% e -56,5% (-24,1% e -33,3% l’andamento nei primi quattro mesi). Il lockdown ha impattato significativamente sulla raccolta pubblicitaria della radio in calo del -77,8% ad aprile e del -28,5%...
continue reading
Ricerca GfK per TER: la Radio torna a crescere nella Fase 2 (+20%)
Dopo l’indagine “L’ascolto della radio al tempo del Covid – Fase 1”, realizzata da GfK Italia per TER (Tavolo Editori Radio) nel pieno del lockdown e presentata lo scorso 16 aprile, TER ha commissionato una seconda indagine per tracciare l’evoluzione dell’ascolto della radio durante l’attuale Fase 2 dell’emergenza sanitaria. I risultati sono stati illustrati giovedì 4 giugno da Giorgio Licastro - Solution Lead Media Measurement di GfK Italia, per conto di TER, nel corso di un evento live.  La Fase 2 dà il via a un importante recupero della mobilità degli italiani, che si riflette immediatamente in un incremento della fruizione del mezzo radio. Gli ascolti crescono progressivamente di settimana in settimana, fino a raggiungere, nell’ultimo periodo, un +20% rispetto alla fase di lockdown, con frequenze di ascolto che si riavvicinano ai livelli pre-Covid. La decisa – anche se non ancora completa - ripresa dell’utilizzo delle auto ha determinato una rivincita dell’autoradio, che torna a confermarsi...
continue reading