Maggio 2021

Ad aprile boom per gli investimenti pubblicitari. Fcp-Assoradio: + 212,1% su un aprile 2020 condizionato da pandemia, ma dato significativo
“Gli investimenti pubblicitari radiofonici del mese di APRILE 2021, rilevati nell’ambito dell’Osservatorio Fcp-Assoradio coordinato dalla società Reply, hanno registrato un + 212,1%. Con il dato di aprile si conclude inoltre il primo quadrimestre dell’anno con una crescita del 3,2%”, commenta il presidente di FCP-Assoradio Fausto Amorese. “Certamente il dato di questo mese si confronta con un aprile 2020 fortemente condizionato dagli eventi pandemici, ma il dato è comunque più che significativo nell’evidenziare il consolidarsi di una tendenza alla ripresa degli investimenti, già avviatasi nel mese di marzo. Le analisi merceologiche relative al primo quadrimestre 2020/21 hanno evidenziato il buon andamento in secondi di numerosi settori economici. Fra di essi si sono distinti in particolare: Distribuzione, Alimentari, Gestione Casa ed Abitazione. Nel frattempo si è svolta il 6 maggio anche la seconda sessione di Radiocompass 2021, l’evento organizzato da FCP Assoradio in partnership con Mindshare e con il contributo tecnico di Special Glue, giunto quest’anno...
continue reading
Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia
Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di marzo in positivo, 30,7% rispetto allo stesso periodo del 2020, portando la raccolta pubblicitaria del 1°trimestre a +3,4%. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti “Over The Top” (OTT), l’andamento nel periodo gennaio – marzo si attesta a -1,4%. “A marzo riprende la crescita come ormai chiaramente diversi segnali avevano preannunciato. – spiega Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen. “una crescita robusta che porta il trimestre in segno positivo, il che è importante per tutta l’industry. Ma se vogliamo valutare meglio questo segnale può essere utile ricordare che il confronto con il primo trimestre degli ultimi tre anni precedenti l’anno del covid-19 fa segnare ancora un po’ di sofferenza, vale a dire una perdita in media del 6,2%. Mancano dunque all’appello per tornare alla linea di...
continue reading